La rinascita dalle ceneri: Shiva è fuori con Dolce Vita

Torna dalle tenebre Shiva, dopo un anno di assenza, con il suo nuovo album Dolce Vita. Ma non sono le sole novità… 

L’11 giugno 2021 è uscito il terzo album di Andrea Arrigoni, in arte Shiva, rapper di Milano Ovest classe ‘99, che ha deciso di ricompensare la lunga attesa dei suoi fan rilasciando già due tracce, entrambe con featuring. Scopriamo assieme cosa avrà in mente il giovane talento milanese.

Copertina ufficiale dell’album Dolce Vita

Ma prima di tutto, chi è Shiva? 

Andrea inizia a comporre musica nel 2015 arrivando subito alle orecchie di Honiro Label, etichetta musicale romana nella quale sono passati artisti dal calibro di Gemitaiz, Madman e Ultimo. Insieme ad Honiro realizza i suoi primi due album, Tempo e anima e Solo. A soli 18 anni ha dimostrato di avere una penna raffinata riuscendo a toccare argomenti profondi e complessi per la sua età. Nel 2019 c’è stato un cambiamento musicale: abbandona sonorità cupe e buie per passare a suoni e melodie della nuova wave che si sta espandendo, la trap.

Copertina ufficiale del videoclip di Take 1

Take 1 è il punto di partenza verso la vetta della scena rap italiana, un singolo con annesso videoclip ufficiale su YouTube, che aprirà ad una lunga serie di featuring con alcuni degli artisti più in hype del momento. Hit da club come Mon Fre insieme a Emis Killa certificato disco di platino, Soldi in Nero con Sfera Ebbasta o Non sto più in zona assieme a Pyrex sono tutte tracce che hanno ricevuto certificazioni e riconoscimenti. Freschezza e qualità sono diventate la firma di Shiva, una combo vincente che gli ha fatto permettere di accedere ai piani alti della scena, venendo chiamato in molti progetti importanti come Machete Mixtape 4, Mattoni di Night Skinny o Vita Vera Mixtape di Tedua.

Shiva (larena.it)

Da Routine all’apertura del mercato discografico 

Il 31 gennaio 2020 Shiva pubblica Routine, il suo primo EP musicale. EP è l’acronimo di Extended Play, termine usato per un particolare tipo di disco in vinile, usato poi per le cassette musicali che contenevano più di un singolo, ma non abbastanza pezzi per essere categorizzate come album. A questo punto vi starete chiedendo quante canzoni servono per far sì che un disco sia considerato album: beh, devono esserci almeno 7 tracce, ma la lunghezza totale deve superare i 25 minuti. Routine, come numero di tracce, rientra con i suoi 4 singoli e 3 featuring nella categoria. E che featuring, considerando la presenza di Marracash, Capo Plaza e Tha Supreme! Il minutaggio totale è di 20 minuti, però, quindi inferiore al minimo sindacale. In questo EP prevale lo stile urban con tematiche legate alla vita da strada, viste dagli occhi di un giovane.

Shiva e Capo Plaza (Pinterest)

Un progetto che ha dato conferme al pubblico che lo ha sostenuto, facendogli raggiungere la certificazione di disco di platino. Il 26 marzo esce una delle hit più amate (ma allo stesso tempo più odiate) di Shiva: stiamo parlando di Auto Blu, traccia campionata da Blue degli Eiffel 65. Uno dei singoli più criticati per via del cambiamento di stile avvenuto solo per motivi commerciali. Questa traccia, invece, ha dato la possibilità di sperimentare sonorità più pop, sulle quali torna a rapparci sopra in Gange, singolo di estratto dall’album FEAT di Francesca Michielin, quinta vincitrice di  X Factor. 

Copertina ufficiale Auto Blu

Dalle palazzine alla Dolce Vita

Dopo il boom riscosso da Auto Blu, Shiva entra in un periodo di latitanza, cancellandosi dai profili social senza spiegazioni. Andrea descrive questo anno di assenza come un periodo riflessivo, che gli ha permesso di ritrovarsi nella musica e di produrne di qualità, un aspetto che il pubblico non smetterà mai di apprezzare a prescindere dal tempo aspettato. All’uscita della tracklist, la vista di un solo featuring può aver fatto storcere qualche naso, ma parliamo poi di Lil Baby, premiato come Artista dell’anno agli Apple Music Awards, uno dei nomi più in hype d’America, il top di gamma.

Shiva (IG)

Le restanti tracce sono tutte da solista, prodotte interamente da Adam 11, suo fidato produttore dai tempi di Honiro. In questo progetto le produzioni contano molto, anche perché il pubblico estero considera molto più il sound rispetto alla lirica. Abbiamo sonorità trap in Collane e Bugie o Megatron, tracce più conscious, come La mia storia o Il diavolo chiama, e pezzi più da club come Problema. Le 12 canzoni cercano di dare più variabilità possibile all’ascoltatore.

Nuova strategia di marketing o casualità? 

Un anno fa circa, durante una live di Instagram sul profilo Shiva, ci sono stati alcuni spoiler di tracce pronte ad uscire. Tra quelle proposte, una in particolare ha colpito subito il pubblico: Fendi Belt, uscita una settimana dopo Dolce Vita. Una hit realizzata insieme a Paky, ma non si sa se anche nello spoiler in origine ci fosse questa collaborazione, tenuta ferma un anno per poi non inserirla direttamente nell’album. Il potenziale di questa traccia si nota subito e, infatti, è una delle canzoni più ascoltate dell’album pur essendo uscita dopo. 

Copertina videoclip In piazza

Il 25 Giugno invece, a due settimane dall’uscita, Shiva rilascia un altra traccia con un altro feat: Non sai niente, insieme a Guè Pequeno. Anche in questo caso, è strano il motivo per cui non ha inserito subito questa traccia nella tracklist, considerando che la presenza del Padre del Rap avrebbe generato ancora più hype. Tutto ciò potrebbe essere una strategia di marketing che porta i fan ad ascoltare il nuovo singolo, che, di conseguenza, fa partire in ripetizione le canzoni del disco, in modo tale da ottenere più ascolti possibili. 
 
L’attesa è stata ripagata ma non ci sorprenderemmo se Shiva stesse nascondendo altri assi nella manica. Non ci resta che aspettare e scoprire cosa avrà in mente il rapper di Milano Ovest.

Comments

  • Barba

    1 anno agoReply

    Leggo,da qualche tempo, le tue recensioni, ben articolate e piene di informazioni, sei davvero bravo!

    • Francesco Badini

      1 anno agoReply

      Grazie mille! Spero che continuerai a leggerle ✌

Leave a Reply

Categorie