Il ritorno degli Evanescence: The Bitter Truth

Sono passati ben dieci anni dal release di Evanesce (2011), il quarto album dell’omonima band. Ci è toccato vivere una pandemia mondiale per ascoltare nuovi inediti, ma, visto il risultato, è valsa la pena attendere! In questo articolo vi presentiamo The Bitter Truth.

Finalmente possiamo tornare ad ascoltare l’angelica ed altrettanto potente voce di Amy Lee (voce e tastiere) in dodici brani inediti. L’ultimo album pubblicato, Synthesis (2017), non era altro che una rivisitazione in chiave più classica dei loro maggiori successi, accompagnati da una orchestra al gran completo, diretti e riarrangiati dal compositore statunitense David Campbell. Quello che tutti i fan bramavano era, però, un ritorno sul palco con nuovi brani totalmente inediti e, finalmente, l’obiettivo è stato raggiunto: il nuovo album The Bitter Truth è stato rilasciato il 26 marzo 2021, dopo quasi un anno di attesa dall’annuncio fatto dal gruppo stesso.

The Bitter Truth: tra brani classici…

The Bitter Truth – Evanescence
(2021, Universal Music Group)

Nonostante il ricambio di membri all’interno del gruppo, con Amy Lee come unica costante, il suono della band è rimasto lo stesso. Hanno debuttato nel 1995 facendo musica dalle sonorità cupe, spesso malinconiche, con qualche accenno di musica elettronica perfettamente integrata al loro stile gotico e rock. Gli Evanescence rimangono un punto di riferimento per tutti quelli che detestano gli stravolgimenti nello stile musicale. Nemmeno i testi sono cambiati molto, Amy Lee continua a scrivere brani introspettivi in cui fa trasparire le sue più profonde emozioni, “recitandole” perfettamente con la sua voce, come fosse un’opera teatrale. Tra questi brani vecchio stile, quello che, a nostro parere, merita un grande riconoscimento è Wasted On You, primo singolo del nuovo album, che racconta la storia di una relazione prossima alla fine, vista in modo dolce-amaro. Il brano successivo, Better Without You, potremmo considerarlo come il sequel di Wasted On You. Dai toni malinconici del precedente, passiamo alla rabbia e al tono di ripicca; è la storia di una fenice che risorge dalle sue ceneri, una donna che dopo una brutta relazione riesce a ritrovare la propria indipendenza e a sentirsi completa.

… E brani impegnati

Il nuovo album ci propone anche qualche piccola novità, parliamo di un brano dal contenuto più engagé, Use My Voice; d’altra parte il titolo dell’album ci fa già pensare ad un’amara verità che ci verrà sputata in faccia nei brani. Il singolo, pubblicato nell’estate 2020, vede partecipi anche altre grandi donne del mondo heavy metal, come Lzzy Hale (Alestorm) e Sharon Den Ansel (Within Temptation); con la sua voce Amy Lee chiama a raccolta tutto il suo paese, gli Stati Uniti d’America, alla ricerca della verità, di una posizione nella società, sventolando la bandiera a stelle e strisce con la grinta di chi vuole cambiare le cose. Il brano fu pubblicato in un momento alquanto spinoso per l’America, lo scoppio della pandemia, l’annessa crisi economica, le violenze, ma soprattutto le imminenti elezioni del nuovo Presidente degli Stati Uniti… Era davvero il momento di far sentire la propria voce!

Burn every bridge and build a wall in my way

But I will use my voice

Use My Voice, Evanescence

Evanescence: oltre all’album c’è di più!

Quasi in concomitanza con l’annuncio del nuovo album, gli Evanescence lanciano un’altra grande bomba… Un graphic novel fantasy ispirato alle loro canzoni, dal titolo Echoes from the Void! È risaputo che Amy Lee sia molto appassionata di arti visive, e questo lo vediamo anche dai meravigliosi video musicali delle loro canzoni; é proprio da questo suo amore per l’arte che nasce la collaborazione con la casa produttrice Opus. Il primo dei cinque volumi uscirà a giugno 2021 e sarà ovviamente ispirato alle hit tratte dal nuovo album, Better Without You e Wasted On You. I disegni saranno realizzati da Abigail Larson (dallo stile un po’ Tim Burtoniano) e Kelly McKernan (dallo stile più pop). La prima edizione della serie uscirà in tiratura limitata, quindi affrettatevi a preordinare i volumi! C’è anche la possibilità di acquistare singole stampe in alta definizione, per chi si innamorerà di una vignetta in particolare.

Echoes from the Void – copertina
(radiofreccia.it)

Autore

No Comments

Leave a Reply

Categorie