Helloween: oggi come allora

Dopo 35 anni di attività alle spalle, è tornato a calcare le scene heavy metal il gruppo tedesco Helloween, con un nuovo album omonimo.

Sono passati ben sei anni dall’ultima pubblicazione della band alemanna Helloween, ma i nostri teutonici metallari non vogliono lasciarci a bocca asciutta per troppo tempo: perciò, a fine 2020, hanno annunciato ufficialmente la registrazione di un nuovo LP, il sedicesimo per la precisione. La novità più importante che accompagna l’uscita del disco è il ritorno dei grandi membri Kai Hansen, fondatore, e Michael Kiske, storica voce.

I grandi successi

La storia della band capostipite del power metal tedesco inizia sul finire degli anni ’70, dall’incontro tra Kai Hansen e Piet Sielck, ai quali ben presto si uniscono anche il futuro batterista, Ingo Schwichtenberg, e il bassista Markus Großkopf. A distanza di qualche anno e dopo alcuni assestamenti, tra cui l’arrivo di Michael Weikath, nel 1983 nacque ufficialmente il gruppo Helloween. L’album che segnò la scalata al successo della band, Keeper of the Seven Keys – Part I, venne pubblicato nel 1987 con il nuovo cantante Michael Kiske e presenta brani tutt’ora molto famosi e amati come A Tale That Wasn’t Right e Twilight of the Gods. Ad affermare la popolarità della band sarà invece l’album successivo Keeper of the Seven Keys – Part II, pubblicato l’anno successivo e contenente altre perle come I Want Out e Rise and Fall.

Il nuovo album

Eccoci a parlare finalmente del nuovo album. Pubblicato il 18 giugno 2021, potrebbe essere definito come un disco storico; gli Helloween infatti non ci hanno portato alcuna novità in campo stilistico, anzi, hanno preferito racchiudere la carriera musicale di tutti i membri in un unico eterogeneo LP. Il risultato ha lasciato piacevolmente stupiti e soddisfatti i fan di lunga data della band. Come dagli albori, ogni brano presenta la firma di uno solo dei componenti, in modo da rendere il pubblico partecipe alla vita e allo stile musicale di ogni singolo membro a 360°.

Helloween 2021 – Nuclear Blast

Il primo singolo pubblicato è stato Skyfall, una suite di ben 12 minuti scritta da Kai Hansen; è il brano più di spicco dell’intero album, non solo per il ritorno del cantante dopo quasi trent’anni, ma soprattutto per la straordinaria capacità del vocalist di unire lo stile degli Helloween degli anni ’80 a quello dei Gamma Ray (band da lui creata dopo l’abbandono degli Helloween). Anche Weikath ci ha regalato composizioni degne di nota, soprattutto Out For The Glory, un brano scritto ad hoc per il grande ritorno dietro al microfono di Kiske. Non dimentichiamoci poi di Andi Deris, compositore di svariate canzoni all’interno dell’album; la traccia che più ci ha colpito è però Fear of the Fallen. Un brano speciale, in grandi di riportare i fan della band al periodo d’oro degli Halloween; la fase di album come Master Of The Rings (1994) e The Time Of The Oath (1996). Per concludere, un altro grande brano firmato Deris è Mass Pollution, che si distacca leggermente dal classico power metal della band per buttarsi su un durissimo hard rock.

Tracklist

  • Out for the Glory (Weikath)
  • Fear of the Fallen (Deris)
  • Best Time (Gerstner, Deris)
  • Mass Pollution (Deris)
  • Angels (Gerstner)
  • Rise Without Chains (Deris)
  • Indestructible (Grosskopf)
  • Robot King (Weikath)
  • Cyanide (Deris)
  • Down in the Dumps (Weikath)
  • Orbit (Hansen)
  • Skyfall (Hansen)
Helloween, Skyfall – Official Music video

Autore

No Comments

Leave a Reply

Categorie