Come nella fiaba di Cenerentola: è scoccata la mezzanotte per i live club italiani?

L’iniziativa #ultimoconcerto chiede un’azione mirata per salvaguardare il settore della musica dal vivo, fortemente danneggiato dalla pandemia.

Risale ad esattamente un anno fa, per essere più precisi, al 21 febbraio 2020, la notizia che confermava la presenza di una persona affetta da Coronavirus in Italia. Poiché la chiusura dei locali fu quasi immediata, gli ultimi spettacoli dal vivo organizzati in un live club risalgono ai primi di marzo. Nonostante l’estate sia stata caratterizzata dall’organizzazione di diversi concerti via streaming oppure in luoghi all’aperto, l’industria della musica dal vivo è di fatto ferma al febbraio 2020; purtroppo, dati gli alti costi per mantenere un live club attivo, si teme che in molti locali di musica dal vivo abbia avuto luogo già da tempo l’ultimo concerto.

Graffito fotografato a Livorno (Francesco Luongo)

Un punto interrogativo sul futuro

Lo scorso 28 gennaio, sui canali social di moltissimi live club, è apparsa l’immagine di un punto interrogativo. Ogni locale ha condiviso la fotografia dell’ingresso o dell’interno del club a cui erano state sovrapposte alcune scritte: l’anno di apertura del locale, il 2021 e un punto di domanda. Questo speciale punto interrogativo suggerisce la possibilità che i locali di musica dal vivo siano destinati a chiudere quest’anno e, condiviso attraverso l’hashtag #ultimoconcerto, rimanda a un collettivo di oltre 130 live club in Italia. I locali hanno stilato un manifesto attraverso il quale chiedono di definire delle misure di blocco delle imposte e un sistema di compensazione economica proporzionale ai danni subiti. L’iniziativa #ultimoconcerto vuole anche sottolineare come la chiusura di questi luoghi d’aggregazioni significherebbe la perdita di un servizio culturale necessario ai cittadini.

Un punto interrogativo sul 27 febbraio

I 130 locali parte dell’iniziativa, oltre che nella scrittura di un manifesto, si sono impegnati nell’organizzare un evento live streaming dalla portata gigantesca. Il prossimo sabato, il 27 febbraio, sulla pagina web di #ultimoconcerto sarà possibile assistere in diretta ad un concerto gratuito che si terrà sui palchi dei sopraccitati live club. La scaletta dell’evento è in continuo aggiornamento; si prevedono performance tanto di nomi noti della canzone italiana come di artisti emergenti, così da includere, nel possibile, tutta la scena musicale del nostro Paese. Al grido d’allarme dei gestori dei live club, che temono di non poter organizzare il prossimo concerto, si uniranno numerosi artisti: Cimini (dal Mood Social Club), Lo Stato Sociale (dal Locomotiv), Manuel Agnelli & Rodrigo D’Erasmo (dal Bloom), Lacuna Coil (dall’Alcatraz), Tre Allegri Ragazzi Morti (dall’Astro Club) e tantissimi altri. E voi ci sarete?

Locandina dell’evento streaming (ultimoconcerto.it)

No Comments

Leave a Reply

Categorie